XX Settimana di azione contro il razzismo: ecco gli eventi organizzati da COSPE

Nel tessuto sociale contemporaneo, le dinamiche di potere insite nei linguaggi e nelle narrazioni dominanti hanno un impatto rilevante nella costruzione e nella perpetuazione delle gerarchie sociali, culturali ed economiche. Queste narrazioni, contribuiscono a plasmare le percezioni collettive e a consolidare strutture di privilegio e marginalizzazione.

Attraverso programmi educativi e campagne di sensibilizzazione, COSPE lavora attivamente per contrastare le manifestazioni di discriminazione e favorire la costruzione di comunità inclusive e rispettose della diversità.

In occasione della XX Settimana di Azione contro il Razzismo, COSPE organizza alcuni eventi con cui si propone di esplorare e analizzare le complessità dei linguaggi e delle narrazioni nel contesto contemporaneo, con particolare attenzione alla prospettiva decoloniale. In questo modo, mira non solo a stimolare la riflessione critica, ma anche a promuovere azioni concrete volte a trasformare le ingiustizie strutturali e a costruire un futuro basato sull’uguaglianza e la solidarietà.

21 marzo, ore 10, Liceo Statale Machiavelli (FI)

PERCHE’ MIGRARE E’ DIVENTATO ILLEGALE?

 Presentazione del libro di Gabriele del Grande “Il secolo mobile – Storia dell’immigrazione illegale in Europa”

 Il giornalista e documentarista Gabriele Del Grande, attivo nel campo delle migrazioni da oltre dieci anni, ha fondato nel 2006 il blog Fortress Europe, il primo osservatorio europeo sui naufragi dei migranti nel Mediterraneo. Nel libro Del Grande affronta il dibattito sull’immigrazione in una prospettiva storica, analizzando la progressiva illegalizzazione delle migrazioni non bianche in Europa dagli anni Ottanta.

Locandina

21 marzo, ore 16:30, Casa di Quartiere Katia Bertasi, Via Aristotile Fioravanti, 18/3 (BO)

 PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO 2023 DELL’OSSERVATORIO DELLO SPORTELLO ANTIDISCRIMINAZIONI DEL COMUNE DI BOLOGNA (SPAD)

SPAD è un progetto lanciato dal Comune di Bologna e Città Metropolitana in collaborazione con COSPE ed enti del terzo settore presenti sul territorio di Bologna.

Lo sportello offre servizi di accoglienza, ascolto, orientamento e supporto a individui vittime o testimoni di discriminazioni basate sulla razza, il colore, l’origine nazionale o etnica, le convinzioni religiose.

Su un totale di 51 accessi, nel rapporto del 2023 sono state rilevate 44 situazioni di discriminazione rilevanti. Di queste, ben 40 sono state registrate attraverso l’implementazione dei fattori di discriminazione SPAD, dimostrando l’efficacia e l’innovazione del progetto nel documentare e affrontare le violazioni dei diritti fondamentali.

Durante l’evento si confronteranno: Emily Marion Clancy (Vicesindaca del Comune di Bologna, con delega alle Pari opportunità e al contrasto alle discriminazioni); Ronke Oluwadare (Psicologa e Psicoterapeuta); Davide Costantino (COSPE); Alessandra Tattini e Kedrit Shalari (Comune di Bologna); Gustave T. Teh (Associazione Interculturale Universo); Sara Accorsi (Consigliera delegata della Città metropolitana di Bologna al Welfare metropolitano e lotta alla povertà)

Modera: Daro Sakho (Diversity Manager del Comune di Bologna)

Concluderà la serata, un dialogo-incontro musicale con Amir Issaa, rapper e attivista

È gradita la registrazione utilizzando il modulo al seguente link: https://forms.gle/ijVu6biKRFdRiZMu7

Locandina

22 marzo ore 18, Conventino Caffè Letterario, Via Giano della Bella 20 (FI)

 NON SI PUO’ PIU’ DIRE NIENTE? Linguaggi e storie per una narrazione decoloniale

Obiettivo dell’evento, organizzato in collaborazione con Florence Must Act, sarà promuovere una riflessione critica e la costruzione di narrazioni più inclusive e rispettose della diversità culturale e sociale.

Con la partecipazione di: Marilena Umuhoza Delli, autrice, giornalista e regista italo-rwandese e Federico Faloppa, Professore e coordinatore della Rete Nazionale per il contrasto ai discorsi e ai fenomeni d’odio.

Modera Giacomo Alberto Vieri, co-fondatore di Florence Must Act e giornalista che si occupa principalmente di immigrazione.

Nel corso dell’evento lɜ relatorɜ esamineranno come il linguaggio, i discorsi e le storie influenzino la percezione e la comprensione della realtà, sia a livello individuale che collettivo.

Locandina

 

Gli eventi sono organizzati da COSPE nell’ambito del progetto “DROP THE HATE – Prevenzione e azioni di contrasto all’odio e al razzismo”.

Il progetto ha ricevuto un finanziamento dall’UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, nell’ambito delle attività della XX Settimana di azione contro il razzismo.

 

Firenze, 18 marzo 2024