Torna a Palermo “Fa’ la Cosa Giusta! Sicilia”

Torna dal 9 all’11 novembre “Fa’ la Cosa Giusta! Sicilia” che quest’anno ospita le “Giornate europee dell’economia sociale e solidale”. A Palermo  associazioni, gruppi di acquisto solidale e rappresentanti della Commissione Europea.

Torna dal 9 all’11 novembre all’ex Fiera del Mediterraneo, Fa’ la Cosa Giusta! Sicilia, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, giunta quest’anno alla quinta edizione e inserita tra gli eventi di Palermo Capitale Italiana della cultura 2018.  La tre giorni è promossa dal Comitato  Fa’ la cosa giusta! Sicilia e dal Comune di Palermo. Obiettivo: divulgare modalità di consumo e produzione per la tutela dell’ambiente e della salute umana, valorizzare la filiera corta, creare reti imprenditoriali e sociali quanto più attente al benessere dell’individuo e della società, lavorare alla costruzione di comunità eque, solidali e accoglienti.

Venerdì 9 novembre dalle ore 10:30 alle 13:00 presso l’Aula Plenaria – pad.4 si svolgerà il convegno “Modelli di sviluppo a confronto, dall’economia lineare allo sviluppo umano sostenibile” a cui prenderà parte il nostro Alberto Zoratti, Responsabile settore economia e lavoro di COSPE con “L’approccio COSPE sulle buone pratiche dell’Economia Sociale e Solidale”COSPE ha promosso la prima ricerca internazionale che documenta lo stato delle economie sostenibili in 23 nazioni, indagando di concerto con le associazioni locali sul numero e tipologia delle cooperative, delle filiere, dei mercati a Km 0, l’occupazione, la ridistribuzione del reddito, ecc.: il primo esaustivo rapporto analitico che costituirà una banca dati liberamente accessibile on line; dopo una anteprima al Senato della Repubblica, sarà presentato durante le giornate europee a Fà la Cosa Giusta 2018.

Le Giornate Europee dell’economia sociale e solidale racchiudono una serie di dibattiti e confronti che porteranno in città, tra gli altri, rappresentanti della Commissione europea, esperti di tante Università italiane, esponenti di  gruppi di acquisto solidale e di associazioni di tutta Europa. “La prospettiva di quest’edizione – dice Nino Lo Bello, coordinatore del Comitato Fa’ la cosa giusta! Sicilia –  si propone di essere quanto mai glocal, di  affrontare, cioè, questioni globali con lo sguardo alle buone pratiche locali e con focus fondamentali proposte per un cambiamento dell’attuale sistema economico: dalla gestione dei rifiuti a partire dalle compostiere di comunità al turismo responsabile, dalla filiera corta e la tutela dell’agricoltura contadina e della piccola pesca al tema della finanza etica”.

Tra i temi al centro  della discussione delle “Giornate dell’Economia sociale e solidale”, lo stato di attuazione di Agenda 20/30, il confronto tra le diverse forme d’agricoltura sociale in Europa, i progetti e sistemi innovativi d’accoglienza per favorire processi d’integrazione e di coesione sociale dei migranti. Tante anche le attività: 11 settori espositivi, proiezioni, mostre, laboratori per gli studenti delle scuole, camminate e focus sui piatti della tradizione e la cucina del riuso.

Qui il programma.

7 novembre 2018