RESTART – Riqualificazione Ecologica e Sociale dei Territori Attraverso il Rilancio dell’imprenditoria giovanile in Algeria, Marocco e Tunisia

Contesto

In Algeria, Tunisia e Marocco i giovani rappresentano una fetta importante dell’intera popolazione. Nonostante ciò, negli ultimi anni la situazione lavorativa giovanile non ha fatto che peggiorare soprattutto per quanto riguarda le giovani laureate che registrano un tasso di disoccupazione (Banca Mondiale 2018). Oltre all’esclusione economica, i giovani devono spesso affrontare situazioni di marginalità sociale –  malessere già messo in luce dalle “Primavere arabe”- e gli effetti sul tessuto economico e sociale di una più ampia crisi economica. Le zone rurali di Jendouba, Sidi Bouzid, Gabès, Mahdia e Sousse, in Tunisia, quella di Bouira in Algeria e le aree di Rabat, Tangeri e Tétouan in Marocco, sono fra le più colpite e presentano elevati tassi di disoccupazione giovanile. È proprio in queste zone che il progetto vuole intervenire per rafforzare la micro-imprenditoria giovanile.

 

Il progetto

Il titolo “RESTART – Riqualificazione Ecologica e Sociale dei Territori Attraverso il Rilancio dell’imprenditoria giovanile in Tunisia, Marocco e Algeria” racchiude in sé l’obiettivo principale del progetto: fare da catalizzatore per favorire l’inserimento socio-economico dei giovani in Algeria, Tunisia e Marocco, in particolare in quelle aree maggiormente colpite dalla crisi economica.

Con la creazione di più di 50 imprese giovanili per la riqualificazione territoriale, “RESTART” vuole dare risposte alla marginalizzazione lavorativa e sociale giovanile, alla carenza di opportunità di istruzione e di lavoro, e al diffuso sentimento di alienazione dei giovani rispetto alle loro comunità e territori.  

 

TITOLO ORIGINALE DEL PROGETTO  «RESTART» – Relancer l’Entrepreneuriat Social juvénile visant  la valorisation Territorial dans les secteurs de l’Agroalimentaire et des énergies Renouvelables en Algérie, Maroc et Tunisie 
LUOGHI DEL PROGETTO 

Algeria: zona di Bouira

Marocco:  zone di Rabat, Tangeri e prefettura di Tétouan

Tunisia: i governatorati di Jendouba, Sidi Bouzid, Gabès, Mahdia e Sousse

BENEFICIARI DIRETTI DEL PROGETTO 

600 giovani promotori di imprese

450 giovani imprenditori inclusi in attività di intermediazione finanziaria che consolidano le loro competenze

150 consulenti d’impresa e operatori del settore pubblico (50 per paese)

150 associazioni, istituzioni e autorità locali che partecipano alle attività del progetto (50 per paese)

200 giovani studenti inclusi in attività di ricerca tecnologica (50 per paese e 50 in Italia)

CAPOFILA COSPE
PARTNER DEL PROGETTO  DIDA, Associazione Microfinanza e Sviluppo, Enactus Tunisie, CitESS Mahdia e CitESS Sidi Bouzid, RAJ Tunisie, Soleterre (sezione del Marocco), Es.Maroc.org, . AGIR, 
ENTE FINANZIATORE Unione Europea, AICS
DURATA DEL PROGETTO  01/04/2020 – 31/03/2023