Presentato a Firenze “ConcertAzioni”. Un progetto per la scuola che verrà.

Questa mattina nella Sala Macconi di Palazzo Vecchio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto “ConcertAzioni. Scuola e società in quartieri sensibili”.

Il progetto, della durata di tre anni, è rivolto agli adolescenti tra gli 11 e i 17 anni e alle loro famiglie, ai docenti e agli operatori dei Quartieri 4 e 5, afferenti agi Istituti Scolastici coinvolti.

Il progetto, finanziato dall’impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile, coinvolge diverse realtà che lavorano sul territorio fiorentino: insieme a COSPE lavoreranno infatti il Consorzio Martin Luther King, capofila del progetto, la Scuola di Musica di Fiesole, l’Associazione per l’interscambio culturale Italia – Cina e altre cooperative locali, con il contributo importante del Comune di Firenze in collaborazione con i Quartieri 4 e 5, coinvolti a pieno nella realizzazione e promozione delle attività.

Il Vicesindaco e Assessore all’ Educazione, Università e Ricerca del Comune di Firenze Cristina Giachi ha aperto la conferenza dando risalto al valore che un progetto del genere ha nel coinvolgere studenti e scuole delle zone sensibili della città. Le attività previste permetteranno, secondo l’Assessore, di valorizzare l’istituzione scolastica e di metterla ancora di più in contatto con i cittadini.

L’intervento dei rappresentanti del Consorzio Martin Luther King, Alessandro Sansone e Sabrina Tosi Cambini, ha permesso di comprendere la struttura del progetto e la sua logica di intervento. L’idea su cui si basa il Consorzio è che il miglior modo per raggiungere importanti risultati in questo settore sia proprio quello di collaborare tra strutture diverse che lavorano in ambito sociale, e porre così le basi per la costruzione di un numero sempre maggiore di progetti che stimolino la partecipazione attiva della popolazione. Il progetto si concentrerà principalmente su quattro aree tematiche: prima di tutto, lavorerà a livello macro con le famiglie e le scuole per creare una cornice ben delineata entro cui intervenire, cercando di agire per creare ponti, linguistici e culturali, dove necessario. Una seconda e terza area di intervento saranno, invece, il lavoro svolto con i ragazzi nelle scuole e con le associazioni del territorio, che organizzeranno diverse attività che possano coinvolgere sempre più giovani. Infine, si vuole lavorare per avvicinare reciprocamente genitori e scuole, per creare un contesto educativo ancora più efficace e stimolante.

Chiara Mannoni, rappresentante della Fondazione Con i Bambini, ha evidenziato come questo progetto sia riuscito a strutturare un lavoro che include numerose dimensioni, tutte necessarie per il raggiungimento degli obiettivi preposti; è stato creato, infatti, un partenariato consistente ed eterogeneo che permette di trattare la tematica nel modo migliore e da diversi più punti di vista.

La conferenza si è conclusa con gli interventi di Cristiano Balli, Presidente del Quartiere 5 e Mirko Dormentoni, Presidente del Quartiere 4 che hanno evidenziato l’importanza di questi progetti nella crescita delle comunità locali e il rilievo che ha un progetto così ampio (nelle azioni e nel partenariato) per la creazione di un tessuto sociale sempre più solido.

Il progetto lavorerà attraverso la combinazione di attività scolastiche, extra-scolastiche e tempo libero, la promozione di percorsi formativi individualizzati e il coinvolgimento di gruppi classe nello sviluppo e il rafforzamento di competenze sociali, relazionali, artistico-ricreative e di cittadinanza attiva.  Il punto di forza di quest’azione è connessa al partenariato forte ed esperto che è stato messo in piedi: la rete ha unito associazioni che lavorano insieme da tanto tempo e ha così rafforzato legami esistenti che hanno già dato, e daranno ancora, importanti frutti.

 

Firenze, 13 settembre 2018