L’Egitto torna al voto: la strada, tortuosa, verso la democrazia

Nelle giornate del 26 e 27 maggio i cittadini egiziani sono stati richiamati, per la sesta volta in circa tre anni, ad esprimere la propria preferenza politica e scegliere il successore del presidente islamista Morsi; eletto nelle precedenti elezioni del 2102, il presidente Morsi era stato poi deposto a causa di un golpe popolar – militare ad opera del generale el Sisi lo scorso 30 giugno, uno degli attuali candidati alla nuova presidenza. I risultati delle votazioni saranno annunciati il 5 giugno e si passerà poi al secondo turno il 16 e 17 giugno.

Nonostante i risultati non siano ancora noti, il bilancio di queste due giornate non può essere definito come positivo. A dichiararlo quanto riportato dall’organizzazione “One world for development”, osservatore elettorale fuori e dentro i seggi in 21 governatorati su tutto il territorio nazionale, tra cui le città del Cairo e di Alessandria.

Ritardo nell’apertura della maggior parte dei seggi, “allarme bombe”, assenza dei responsabili di seggio nel coordinare e far rispettare l’ordine, nonché assenza degli stessi presidenti di seggio: queste le irregolarità segnalate dall’organizzazione, oltre ad incitamento e campagna elettorale (a favore di Sisi), in alcuni casi, accesso negato nei seggi e ripetute intimidazioni ad opera delle forze armate, proteste da parte dei sostenitori dei fratelli mussulmani.

Durante il secondo giorno le irregolarità sono continuate a dismisura e si teme anche che diversi siano i voti irregolari; durante la notte e le pause per il pranzo e le preghiere, in più di un seggio, il responsabile si è allontanato senza deporre le schede elettorali in un luogo sicuro.

Oltre a queste irregolarità, già di per sé preoccupanti, è stata registrata una percentuale di affluenza alle urne molto bassa, tanto da portare – senza  successo – il primo ministro a dichiarare il 27 maggio giorno festivo ed incoraggiare i votanti ad esprimersi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento