“Gruppo COSPE di Viareggio” in Albania per aiutare scuole e rifugiati

Arte per solidarietà“: questa l’iniziativa con cui torna «Italia for Albania» promossa dal Circolo Alex Langer in collaborazione con il Gruppo COSPE di Viareggio e che si svolge dal 17 al 22 Ottobre a Scutari (Albania).

Tra gli ospiti, ci saranno anche Céline Jourdan, Silvia Iannotta, studentesse dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, e Philippe Delenseigne e Angelo Dionigi Fornaciari.  Al Centro giovanile Arka saranno presentate le opere degli artisti italiani e francesi, realizzate durante il simposio di pittura previsto per martedì 17 e mecoledì 18, insieme a quelle degli artisti albanesi e degli studenti della Scuola d’arte di Scutari.

Ogni giorno sarà possibile partecipare ad attività ricreative, musicali, di letteratura e di teatro, realizzate dai giovani albanesi, i quali, durante la sera dell’inaugurazione, daranno forma alle loro creazioni con una performance artistica sotto le stelle.

«Una volta donate al nostro circolo – spiega Mariano Fenudi di Alex Langerle opere saranno messe all’asta e il ricavato verrà impiegato, com’è nostra abitudine, per attività future in zone rurali dell’Albania».

Tante le iniziative già realizzate, tra cui ricordiamo quella a sostegno del Centro rifugiati di Tirana, i laboratori di cartapesta nelle scuole di Zadrima, il cosiddetto «sentiero di domani» con l’interscambio di insegnanti albanesi e italiani per la scuola di Hajmel. Continuando con «Clean up Zadrima» per la salvaguardia ambientale, il Concorso di poesie tra scuole di Zadrima, l’iniziativa ecologica «Plant for the planet» e «Bidon Art».

Cèline Jourdan ha lasciato la Francia per intraprendere gli studi in scultura nel nostro Paese: è entusiasta di collaborare di nuovo con gli amici del Circolo Alex Langer, impegnandosi a far arrivare il più possibile ai bambini albanesi.

Silvia Iannotta è una pittrice toscana, appassionata di antiquariato: non nasconde la sua immensa felicità nell’essere consapevole che la sua creatività può essere uno strumento concreto per dare aiuto e speranza a chi ne ha più bisogno, in particolar modo pensando ai bambini.

Philippe Delenseigne, artista francese autodidatta, è pronto per dare sfogo al suo carattere eclettico, volto alla sperimentazione, che ci accompagnerà durante questa esperienza in Albania.

Mentre Angelo Dionigi Fornaciari, architetto pittore e scenografo teatrale toscano, in base a chi avrà davanti ai suoi occhi, si prepara ad esprimere qualcosa di introverso, o di estroverso.

Scopri cosa fa COSPE in Albania 

Firenze, 16/10/2017