Un manuale per contrastare il discorso di odio. Scaricabile qui.

E’ on line “Silence hate”, un manuale pratico per educare a contrastare il discorso d’ odio.  Si tratta di un manuale diretto ad insegnanti, educatori, attivisti e ricercatori. Questo documento, che aggiorna un precedente quaderno del 2016 “Media education, comunicazione interculturale e Hate speech”, raccoglie il frutto di un lavoro lungo che le due associazioni portano avanti fin dal 2014.

Il manuale è infatti uno strumento pratico destinato alla realizzazione di laboratori e giochi di ruolo, dove le ben 22 unità didattiche riportate, sono state affiancate anche da esempi di attività sperimentate negli anni precedenti: raccomandazioni ed esercizi pratici per sviluppare il senso critico e la capacità di analisi dei messaggi, l’uso consapevole dei linguaggi mediali e, soprattutto, il rispetto della diversità, la promozione della tolleranza e dei diritti umani.

Accanto ai percorsi suggeriti tanto da Zaffiria che da COSPE, il manuale riporta, inoltre, alcuni approfondimenti tra cui uno sulla società della comunicazione, e, ancora, schede di monitoraggio e valutazione delle attività svolte.

Nell’ambito dei precedenti progetti, sul tema dell’odio in rete, sono già stati prodotti: la ricerca “L’odio non è un’opinione”, il decalogo per social media manager sul contrasto dell’hate speech online, il modulo formativo su hate speech ed educazione ai media, laboratori nelle scuole, formazioni per giornalisti e operatori dei media ed eventi pubblici.

Con il nuovo progetto #SilenceHate. Giovani digitali contro il razzismo, finanziato da UNAR, oltre al manuale e al portale educativo www.silencehate.it, sono state realizzate formazioni per docenti e laboratori nelle scuole secondarie in Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Campania e Sicilia Rimini, Bellaria Igea Marina, Bologna, Padova, Firenze e Prato, coinvolgendo oltre 350 studenti.

Qui puoi scaricare il manuale