Giornalismo contro razzismo: un nuovo modulo per contrastare i discorsi d’odio sui media

E’ disponibile un nuovo modulo rivolto al mondo del giornalismo per contrastare il discorso d’odio contro migranti e rifugiati: la pubblicazione è frutto del media camp organizzato a “Londra dal Media Diversity Institute” nell’aprile 2018, al quale hanno partecipato 30 giornalisti e videomaker da vari paesi europei.

Obiettivo proporre una trattazione più accurata ed equilibrata sul tema migrazioni, dando voce diretta ai protagonisti e promuovendo un giornalismo più inclusivo e responsabile.

Le sfide etiche nel trattare contenuti di odio, buone pratiche nel contrasto all’hate speech in rete, strumenti e tecniche del giornalismo digitale i temi principali. Non mancano esempi ed esercitazioni rivolte a studenti di giornalismo e a tutti coloro che sono interessanti a migliorare la propria comunicazione su questi temi.

Tra le fonti del documento le pubblicazioni delle istituzioni più riconosciute in materia, tra cui l’ UNHCR, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni e l’ Ethical Journalism Network.

Il modulo è uno dei prodotti del progetto Silence Hate. Changing words changes the world coordinato da COSPE e altre 7 organizzazioni in 6 paesi europei, tra cui Amnesty International e la Federazione Europea dei giornalisti.

Il modulo è scaricabile QUI.