Non una di meno: insieme contro la violenza sulle donne

La violenza maschile sulle donne, pur essendo formalmente condannata, è continuamente perpetuata. La cultura patriarcale continua ad affermarsi con forza, ribadendo un livello di disparità fra donne e uomini che è la radice profonda del femminicidio. Per questo COSPE Onlus, insieme alle reti e alle associazioni di donne IoDecido , D.i.Re e UDI, ha deciso di ribadire il suo NO alla violenza sulle donne, aderendo alla campagna #NonUnaDiMeno.

Il primo appuntamento si è tenuto l’8 Ottobre all’Università La Sapienza a Roma, con un’assemblea nazionale in vista della manifestazione del 26 novembre,  in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Per dare continuità a questi appuntamenti, dopo la manifestazione del 26 novembre, il 27 novembre, sempre a Roma, verrà organizzata una nuova assemblea nazionale, che partirà dalle 10.00, nella scuola elementare Federico Di Donato (via Nino Bixio 83),  articolata per tavoli tematici e che si concluderà con una plenaria in cui discutere di come dare continuità e respiro al percorso di elaborazione,di confronto e proposta; i tavoli hanno posti limitati, si consiglia per tanto di iscriversi il prima possibile compilando questo form.

Questi incontri sono il punto di partenza di  un percorso che vuole essere capace di produrre proposte e risultati concreti, e per  riaffermare l’autodeterminazione delle donne su lavoro, salute, affettività, diritti, spazi sociali e politici. 

Alla violenza domestica, agli stupri e alle uccisioni non corrisponde infatti un’effettiva presa di coscienza della politica e della società nel suo complesso: i media non fanno che promuovere una rappresentazione stereotipata, spettacolare, morbosa e vittimistica (quando non colpevolizzante) delle donne; la formazione nelle scuole e nelle università sulle tematiche di genere è fortemente ostacolata; nei commissariati e nelle aule dei tribunali rischiamo ancora di non essere credute; la burocrazia e i tempi d’attesa ci fanno pentire di avere denunciato; i centri anti-violenza vengono chiusi o scarsamente finanziati, nonostante i soldi stanziati a livello nazionale e regionale; i percorsi di fuoriuscita dalla violenza non sono sostenuti adeguatamente da forme di accesso al welfare per le donne. E mentre accade tutto questo, Governo e istituzioni non sembrano voler dare risposte credibili; la violenza maschile viene affrontata in modo casuale ed episodico, spesso secondo i criteri dell’emergenza, laddove si tratta di un fenomeno strutturale che, come tale, richiederebbe politiche adeguate, coordinate e costanti verifiche della loro efficacia.

COSPE, che da anni lavora sul tema della violenza contro le donne in molti paesi nel mondo e negli ultimi anni ha avviato anche relazioni importanti con alcune organizzazioni delle donne in Italia che si stanno facendo carico di questo problema. Per questo come COSPE abbiamo deciso di aderire alla manifestazione nazionale del 26 perché pensiamo che la questione della violenza contro le donne sia profondamente legata ad una cultura patriarcale che va a braccetto con logiche ampie di sfruttamento, discriminazione e ingiustizia che impattano sulle nostre economie, sul nostro welfare, sull’ambiente in cui viviamo. E crediamo che non possiamo parlare di democrazia, diritti, giustizia fino a quando una singola donna non si sente sicura per le strade, nella sua casa, nei luoghi di lavoro.

Siete tutt* invitati a partecipare, per costruire insieme percorsi di lotta e solidarietà! 

Per info e adesioni:

mail – nonunadimeno@gmail.com

Sito internet – https://nonunadimeno.wordpress.com/

Social – https://www.facebook.com/nonunadimeno/

 

Per facilitare l’arrivo a Roma  verranno organizzate navette in tutta Italia organizzate dai vari comitati locali di Non Una Di Meno; a seguito i pullman in partenza dalle città dove sono presenti sedi COSPE:

FIRENZE: il costo biglietto A/R è di 20 euro, e vengono venduti alla Libreria delle Donne. Il bus partirà alle ore 9.00 dall’Obihall. Prenotazioni bus da Firenze per la manifestazione inviate una mail a: nonunadimenofirenze@gmail.com 

BOLOGNA: i biglietti A/R  costano 25 € per lavoratrici/tori e 20 € per disoccupat@, inoccupat@, student@. La partenza è prevista alle 7.45 dall’autostazione. PER INFO: nonunadimeno.bologna@gmail.com

PESARO: I pullman da Pesaro sono organizzati dalla CGIL , e partiranno alle 8.00 da Pesaro (via Gagarin – davanti alla CGIL) passando per Fano alle 8.30 (parcheggio via della Giustizia), alle 9.00 a Cagli (distributore Esso – località Smirra). per info e prenotazioni: 7214201 www.cgilpesaro.it

PADOVA:I pulman da Padova sono organizzati dal Centro Donna di Padova, e sono acquistabili scrivendo a  comunicazione@centrodonnapadova.it indicando il tuo nome/numero di cellulare e il numero di partecipanti. la partenza è prevista alle 6,00 di sabato dalla sede della CGIL in via Longhin 117.

 

Scarica il vademecum per la prevenzione e il contrasto della violenza contro le donne realizzato da Camst in collaborazione con COSPE e D.i.Re. e illustrato da Stefania Spanò, in arte Anarkikka. Leggi la notizia.