Water Human Right Treaty: diritto all’acqua

Un'Europa di beni comuni

L’accesso all’acqua e ai servizi igienici devono essere realizzati concretamente perché sono riconosciuti come diritti umani. È questo l’importante obiettivo alla base della nuova campagna WaterHumanRightTreaty, lanciata dal Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua per ottenere l’effettivo godimento del diritto umano all’acqua entro il 2020.

Lo strumento prescelto per garantire questo diritto essenziale è un trattato di diritto internazionale, firmato dagli Stati, che definisca a livello sostanziale e procedurale, come raggiungere questo diritto.

L’obiettivo della campagna, sostenuta anche da Mani Tese e COSPE e Cevi, è quello di individuare un gruppo di Stati e istituzioni disposti ad avviare negoziati per un secondo protocollo al Patto Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e culturali che definisca le modalità di realizzazione di un “diritto umano all’acqua e ai servizi igienico-sanitari”

Maggiori informazioni su: www.waterhumanrighttreaty.org

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento