Se 700 morti vi sembrano pochi. Ancora un appello per il ripristino di “Mare Nostrum”.

Circa 700 sono i morti di questa ennesima tragedia. Ma questa macabra contabilità non sembra servire a niente: erano i primi di marzo del 2015 che CILD, la Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti Civili di cui anche COSPE fa parte, chiedeva in un appello a Matteo Renzi di ripristinare “Mare Nostrum”.  

Forse non una soluzione perfetta ma che almeno ha avuto il merito, nei quasi due anni in cui è stata vigore ( dal 3 ottobre 2013, data della prima immane tragedia del Mediterraneo ai primi del 2015  quando è stata sostituita con l’operazione Triton), di salvare 170.000 persone. L’iniziativa con cui l’Unione Europea è subentrata tramite Frontex ( Triton appunto)  non ha più svolto questa funzione di ricerca e salvataggio ma di solo controllo delle frontiere, portando così al ripetersi di tragedie.  

Anche oggi ci chiediamo dov’è la politica e dov’è l’ Unione Europea e rilanciamo la petizione.  Che queste morti servano almeno a non far ripetere gli errori e gli orrori commessi finora.  

Per firmare la petizione visita la pagina su Change.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento