Il libro Oltre Tahrir premiato come miglior report “Mediterraneo”

'Oltre Tahrir' premiato il libro

Il libro Oltre Tahrir, di Luciana Borsatti, giornalista dell’Ansa, sarà premiato nell’ambito del concorso internazionale “Giornalisti del Mediterraneo” che avrà luogo il 13 settembre ad Otranto.

Nell’arco della premiazione del concorso, promosso dalla associazione Terra del Mediterraneo, in partnership con il Comune di Otranto ed Europuglia, portale di promozione della Regione Puglia, Luciana Borsatti ritirerà la premiazione come miglior report ed avrà la possibilità di raccontare in prima persona la sua esperienza giornalistica in Egitto.

Oltre Tahrir, come si legge nella quarta di copertina, è una raccolta di testimonianze di persone di diverse appartenenze, provenienze geografiche e condizioni economiche su come sia cambiata la loro vita dopo la rivoluzione e sulle loro aspettative per il futuro. Ma la realtà e gli umori che emergono dai racconti, precedenti al 30 giugno, e lo sviluppo degli eventi nelle settimane successive, fanno di queste pagine un inedito e profetico spaccato della società egiziana.

Tra i protagonisti del libro anche Gehan Abdel Razek di El Desamy, l’insegnante Abdelazim e Heba, persone che l’autrice ha incontrato e intervistato grazie a COSPE. A loro e al lavoro di COSPE sono infatti dedicati due capitoli, intitolati “Lontano da Tahrir 1 e 2”,  come l’omonimo libro e video prodotti da COSPE, testimonianza sui progetti di lotta alla povertà nella periferia del Cairo.

Luciano Cariddi, Sindaco di Otranto, ospiterà con piacere Giornalisti del Mediterraneo, “un appuntamento di rinascita importante per il nostro territorio. Il premio rappresenta un impulso alla promozione culturale e architettonica, soprattutto del nostro mare”. “Un premio che continua a crescere, aggiunge Tommaso Forte, giornalista e coordinatore del premio – nell’ambito del quale partecipano numerosi talenti giornalistici, impegnati a raccontare la realtà spietata dei conflitti”.

Un vero cambiamento secondo Silvia Godelli, Assessore Mediterraneo della Regione Puglia “questo premio è la testimonianza delle vitalità, del coraggio e della sensibilità dei giornalisti. Una magnifica competizione che raccoglie i temi più accattivanti e seri della nostra modernità. Un esempio positivo e stimolante di cosa si intende per buona informazione.”

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento