America Latina: quali sfide per una nuova crescita?

 

Il secondo appuntamento con gli approfondimenti geografici della scuola COSPE si concentrerà sull’America Latina. Un corso intensivo per conoscere le dinamiche e le contraddizioni che caratterizzano il continente, un percorso generale di analisi ed un approfondimento in particolare sulla questione indigena e le relazioni con gli stati del Sud America, con un focus sul Brasile e sulla Colombia, per comprendere le ragioni ed i criteri alla base delle strategie e delle azioni di cooperazione allo sviluppo intraprese nel territorio anche da alcuni progetti Cospe. Crescita economica, globalizzazione, diritti umani, giustizia sociale, tutela delle comunità, partecipazione dal basso, sovranità alimentare, sono solo alcuni dei temi che saranno affrontati.

INTERVENTI:

Filippo Lenzi-Grillini: (PhD in “Metodologie della Ricerca Etnoantropologica” all’Università di Siena) insegna “Antropologia dell’America Latina” presso l’ateneo senese, “Etnologia” all’Università di Modena e “Antropologia dello sviluppo” all’Università di Firenze. Ha condotto ricerche sul campo in America Latina, prevalentemente in Brasile all’interno delle riserve indigene del Minas Gerais e in Cile nelle regioni dove vivono gli indios Mapuche. Si è dedicato allo studio dell’etnicità e delle politiche di sviluppo e, oltre a saggi e articoli su riviste scientifiche, ha pubblicato i volumi: “Subire la Cooperazione?” (con Francesco Zanotelli, Ed.it, 2008), “I Confini delle Terre Indigene in Brasile” (Cisu, 2010) e “L’antropologia in azione” (Cisu, 2017).

Eleonora Migno: laureata in Economia e Commercio (indirizzo Economia dello Sviluppo) presso l’Università di Firenze, è da sempre impegnata nel mondo del volontariato per la promozione e la difesa dei diritti e l’educazione, in particolare di bambini e giovani. Dopo varie esperienze di volontariato in Bolivia e Brasile, entra a far parte del team COSPE nel 2000, prima come volontaria, poi come coordinatrice progetti ed infine come Responsabile di area geografica. Continua la sua formazione seguendo corsi di aggiornamento e specializzazione nel settore della cooperazione allo sviluppo e della gestione delle imprese no profit. Durante la sua collaborazione con COSPE si è occupata di pianificazione strategica, coordinamento e gestione tecnico-amministrativa di progetti Paese e Regionali, monitoraggio e valutazione, in vari Paesi dell’America Latina e dell’Africa Lusofona.

Juan Masullo Jiménez: ha studiato scienze politiche e sociologia all’Università di Javeriana e ha conseguito la laurea magistrale in Relazioni internazionali (Pace e sicurezza internazionale) presso l’Institut Barcelona d’Estudis Internacionals (IBEI) e Scienze politiche (Politiche comparate) presso l’Università dell’Europa centrale (CEU) nonché il dottorato di ricerca all’Istituto Universitario Europeo. Attualmente insegna metodologia della ricerca alla Bremen Graduate International School of Social Science ed è ricercatore alla University of Oxford, nel Changing Character of War Centre. I suoi interessi di ricerca includono guerre civili, azioni nonviolente e politica conflittuale. Il suo lavoro attuale esplora le micro-dinamiche e i processi sociali nella guerra civile, con particolare attenzione al comportamento individuale e collettivo e al processo decisionale. È membro onorario del Consortium on Social Movement Studies (COSMOS) e ricercatore associato presso il Conflict Analysis Resource Center (CERAC).

QUANDO: 23 e 24 marzo 2018

ORARIO: venerdì dalle 16:00 alle 20:00, sabato dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00 (12 ore totali).

COSTO: 60 euro (inclusa la tessera amico COSPE).

E’ possibile seguire il corso anche on line!

Per iscrizioni e maggiori informazioni: contatta la segreteria della Scuola COSPE allo 055 473556, oppure scrivi a formhttp://bit.ly/ScuolaCospeInfo