1 Marzo: Giornata del migrante

Giornata Internazionale del Migrante, COSPE aderisce all’appello del Comitato 1 Marzo.
Domenica 1 marzo si celebra la Giornata Internazionale del Migrante: una celebrazione quanto mai di attualità, in tempi come quelli che stiamo vivendo oggi. Una giornata che, fin dalla sua ideazione nel 2010, è anche e soprattutto un momento di riflessione e impegno contro le discriminazioni e lo sfruttamento nei confronti dei migranti. La crisi degli ultimi anni, invece di spingere le istituzioni a ripensare le politiche e la legislazione in materia di immigrazione, nel senso di una maggiore inclusione e di sostegno per i deboli, sembra aver accresciuto diseguaglianze e disagio e, quindi, la distanza tra le diverse culture e tra i lavoratori stranieri che pure contribuiscono, ogni giorno, alla tenuta della nostra economia. La ricattabilità a cui rimangono esposti i lavoratori stranieri, a causa del legame tra permesso di soggiorno e contratto di lavoro, come è noto, favorisce lo sfruttamento ed il caporalato.

Per questo il Comitato 1 marzo lancia un appello, a cui anche COSPE aderisce, perché le istituzioni comunitarie istituiscano corridoi umanitari per consentire ai migranti di raggiungere l’Europa senza mettere a rischio la propria vita, perché venga abrogato il trattato di Dublino, per la chiusura dei C.I.E. ed una riformulazione del sistema d’accoglienza basato sul rispetto dei diritti dei migranti. Accanto a questo, è importante garantire una maggiore integrazione attraverso la lotta allo sfruttamento dei lavoratori migranti, il riconoscimento dello ius solis e del diritto di voto amministrativo per gli stranieri residenti.

E proprio in occasione della Giornata Internazionale del Migrante, domenica a Firenze si svolgerà una proiezione  di “Io sto con la sposa”, il film-evento che racconta la storia di un gruppo di migranti in viaggio verso la Svezia. L’evento, che si svolgerà presso il Centro Sociale Valdese (via Manzoni 19, Firenze),  è organizzato, tra gli altri, dal Comitato Primo Marzo Firenze, COSPE, Rete Antirazzista Firenze e Cgil Firenze. La proiezione, che inizierà alle 21.30, sarà preceduta da un’apericena di finanziamento (ore 19) e da un dibattito sul tema “Corridoi umanitari” (alle 20.30). Alla fine del film incontro con Tareq Al Jabr, co-ideatore e coprotagonista della pellicola.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento