Al Sabir Fest 2017 tante”(S)cortesie per gli ospiti”!

Torna il “Sabir Fest, cultura e cittadinanza mediterranea”, giunto alla IV edizione. Si svolgerà dal 5 all’8 ottobre a #Messina e #Catania, con un’incursione dal 6 al 7 ottobre a #ReggioCalabria.

Con il tema guida di quest’anno, “(s)cortesie per gli ospiti”, il Festival invita a riflettere sul fenomeno dell’#ospitalità, che troppo spesso finisce per tradursi in false accoglienze e ingiustizie  e persino in violenze, tenendo sempre ben presente il senso e la pratica di quell’ospitalità che accompagna la storia delle genti del mediterraneo e che è rimessa in questione da politiche neocoloniali, dal razzismo e dall’intolleranza.

E lo fa ripartendo anche dalla lingua italiana, dove la parola «ospite» indica sia l’ospitante sia colui che viene ospitato. un’ambivalenza interessante, se si ragiona con l’alfabeto della reciprocità, della solidarietà, del mutuo aiuto.

Un filo rosso, giocato sul filo dell’ironia, che tiene insieme i tanti appuntamenti che anche quest’anno attraverseranno la manifestazione: dal Sabir Maydan, forum della cittadinanza mediterranea, Sabir libri e al Sabir Festival.  Impossibile invece enunciare tutti gli incontri e gli ospiti che si alterneranno negli eventi dedicati come sempre, oltre che alla letteratura contemporanea del Mediterraneo, alla democrazia, al dialogo interreligioso, i diritti violati, la Siria, i diritti delle donne, i cambiamenti climatici e il valore delle produzioni locali ed alternative.

Segnaliamo infine un evento speciale sabato 7 ottobre (15.30-19.30 in Piazza Antonello a Messina) ovvero: Storie di passaggio. Un Mediterraneo da attraversare.  Con FuoriVia (Auro Michelon, Giulia Motta, Andrea Radouan Mounecif), Progetto Mediterranea (Francesca Piro), UniMe (Francesco Parisi, Pier Paolo Zampieri) e/and Nasca Teatri di Terra.  Su e giù lungo lo Stretto tra Messina e Reggio Calabria, storie di passaggio è un itinerario insolito che conduce alla scoperta di immagini, parole, suoni che fanno dei luoghi – e dei non luoghi – un’occasione per raccontare storie, osservare paesaggi da nuove prospettive, e riscoprire identità comuni attraverso il viaggio lento, a piedi e in traghetto.

SAbirfest 2017 è dedicato a Özlem Dalkiran, attivista turca per i diritti umani e tra le fondatrici di Amnesty International Turchia, che nel luglio 2017 è stata arrestata senza alcuna motivazione a Istanbul nel corso di una riunione sui diritti umani insieme agli altri partecipanti.

E, come fin dalla prima edizione, Padre Paolo Dall’Oglio, gesuita, che ha fondato in Siria la comunità religiosa al-Khalil.  Il 29 luglio 2013 è stato sequestrato a Raqqa, e da allora non si hanno più sue notizie.

E infine a tutte le donne, gli uomini e i bambini che hanno perso la vita cercando di raggiungere l’Europa.

Per tutte le informazioni visita sul sito di Sabir Fest

Organizzato dal Comitato Promotore composto da COSPE onlus, Edizioni Mesogea Culture Mediterranee, Associazione Musicale Etnea, People on the Move, con il sostegno di Università degli Studi di Messina, Comune di Messina, Ersu, Comune di Catania, Amnesty International, Forum Austriaco di Cultura Roma / Österreichisches Kulturforum Rom

2 ottobre 2017