A Firenze una serata di cinema su ambiente e diritti umani in Brasile. Ospite l’attivista quilombola Ananias Viana

Giovedì 11 ottobre il Terra di Tutti Film Festival fa tappa a Firenze al Cinema Stensen con una giornata dedicata al cinema sociale, ai diritti umani e dell’ambiente.

Dalle 19 al Cinema Stensen si parlerà  delle battaglie dei quilombolas, comunità di afrodiscendenti che vivono in Brasile e che combattono per il riconoscimento dei loro diritti e la rivendicazione delle loro terre,  con il documentario “Quilombos dell’Iguape: una storia di vita, di terra, di diritti” di Lula Oliveira, realizzato nell’ambito del nostro progetto “Terra de Direitos” .

La storia dei quilombolas sarà raccontata anche dagli ospiti presenti in sala come Stefano Liberti, giornalista di internazionale, che ha conosciuto personalmente le comunità quilombolas del  Reconcavo Baiano e che si è fatto portavoce delle loro storie scrivendo un interessante reportage  pubblicato su internazionale, lo scorso 1 ottobre. Insieme al giornalista sarà presente anche Ananias Viana, leader del Consiglio Quilombola de Bacia e Vale do Iguapo, importante testimone di attivismo e di lotta per i diritti umani e Mara Bragagnolo, regista del documentario “Mujeres (You’re my Mexico)”.

Dopo l’approfondimento sui diritti umani e le vicende quilombolas, verrà proiettato il film “Countdown on River Xingu V” di Martin Kessler e “Territorios de la Memoria” di Mundubat e Lola Mora che racconta il processo di ricostruzione e riconciliazione sociale e democratica in Colombia post accordo tra governo centrale e FARC.

La giornata fiorentina prevede anche un altro appuntamento: una mattinata per gli studenti e una serata gratuita di cinema. La Matinée è riservata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado (previa iscrizione) per dar loro l’opportunità di avvicinarsi al cinema sociale, attraverso la visione di film, documentari e web series, scelti per la presenza di registi e protagonisti giovani, coetanei rispetto al pubblico. Attraverso lo strumento cinematografico si tratteranno temi come il ruolo delle ONG nel mar Mediterraneo, si racconteranno storie di integrazione e scambio culturale, storie di battaglie combattute dai giovani di tutto il mondo (come quella LGBTQI) e quelle che appaiono più distanti, come la storia di Maha, una ragazza palestinese rimasta disabile in seguito agli attacchi contro Gaza del 2014.

Qui il programma del Terra di Tutti Film Festival 

 

Firenze, 4 ottobre 2018