Parte l’undicesima edizione del Festival I.ta.ca. E’ dedicato alla Restanza!

Conto alla rovescia per il via del primo Festival di Turismo Responsabile in Italia, realizzato in 15 tappe fra città e territori attraverso un tema cardine da cui partire e riflettere: RESTANZA, ovvero esserci, resistere e andare oltre. Siamo ormai alla undicesima edizione di questo festival itinerante e sempre più esteso in tante regioni italiane e che quest’anno si apre al Parco Nazionale Monti Sibillini con un week end ricco di iniziative e incontri dal 25 al 28 aprile.

COSPE, tra i promotori dell’evento, sarà anche tra i protagonisti di alcuni incontri nelle prime tappe del Festival, tra il 25 e il 31 maggio.

Il primo è: “Il turismo e la cooperazione internazionale nell’ottica della restanza: casi studio e linee guida”, organizzato insieme a AITR (Bologna, 25 maggio 2019, Le Serre – La gabbia dalle 10.30 alle 13.00). Il seminario sarà un’occasione per approfondire la relazione tra la restanza e alcune buone prassi di cooperazione internazionale e turismo responsabile. In questa occasione saranno presentate in anteprima: la pubblicazione di OITS (International Social Tourism Organisation) inerente le buone prassi di cooperazione e turismo e le “Linee guida per i programmi di cooperazione internazionale e turismo”.

Il secondo evento si intitola “Liberi di restare, Liberi di partire”, realizzati insieme a Nexus ER e in collaborazione con CGIL Emilia Romagna, Rete dei Piccoli Comuni del Welcome, ARCI Bologna, Lai Momo (Bologna, 30 maggio 2019, Millenium, circolo Arci “Alle Rive del Reno”, dalle 17.30). L’iniziativa presenta una convergenza tra i processi di immigrazione ed accoglienza e i processi di valorizzazione e ritorno in luoghi abbandonati del nostro territorio. Il concetto di restanza abbraccia la “sofferenza di chi resta e di chi parte, di chi torna ed è poi costretto a ripartire”. L’iniziativa quindi unisce un’analisi dei processi migratori e delle violazioni dei diritti che in questi processi sono agiti, e presenta esperienze che offrono risposte di accoglienza per i protagonisti di tali processi.

L’ultimo evento in programma è “Ventotene, il Camper del Welcome: trasformare i piccoli comuni in luoghi di accoglienza e di crescita sociale e economica”, in collaborazione con Ventotene il Camper del Welcome (Comune di Marzabotto, 31 maggio 2019 ore 11.00-18.00): incontri e scambi con i rappresentanti del “Manifesto per una Rete dei Piccoli Comuni del Welcome”.

Restanza, rispetto per l’ambiente, responsabilità e valorizzazione dunque, ma non solo. IT.A.CÀ vi aspetta nella sua XI edizione per parlare anche di cammini, turismo e cooperazione internazionale, mobilità sostenibile, integrazione, buone pratiche di comunità e anche viaggio esperienziale.

E non ci dimentichiamo i concorsi come quello indetto in collaborazione con l’Università di Bologna e la Destinazione Turistica Bologna Metropolitana si #UNIturisBO – Turisti non per studio, photo challenge su Instagram, aperto a tutti e in scadenza il 30 aprile. La premiazione avverrà venerdì 24 maggio, durante la giornata di apertura dell’XI edizione bolognese.

Dopo la città delle due torri, la natura itinerante del festival accompagnerà i suoi visitatori da giugno a novembre attraverso altri 13 territori: Rimini e le sue Valli, Calabria di Mezzo, Salento, Gran Sasso, Brescia, Ravenna, Trentino, Reggio Emilia, Parma, Pavia, Monferrato, Napoli e Levante Ligure in sinergia con centinaia di realtà coinvolte e impegnate sul tema della restanza, della promozione e della bellezza dei nostri luoghi. Terre straordinarie, spesso maltrattate da un turismo mordi e fuggi che non considera il suo impatto sull’ambiente. Angoli di paradiso che esprimono il bisogno di essere valorizzati e rispettati, anche sollecitando maggiormente la cultura della pulizia, del bello e di una gestione più corretta dei rifiuti inquinanti. Gli eventi IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori sono a ingresso libero.

Che IT.A. CÀ 2019 abbia inizio.

Il programma dettagliato di Bologna sarà disponibile nei prossimi giorni sul sito www.festivalitaca.net.

Leggi tutto il comunicato