Verona arriviamo! In piazza per manifestare contro il Congresso mondiale delle famiglie.

Saremo presenti alla manifestazione di sabato prossimo a Verona che è stata indetta dal movimento femminista “Non Una di Meno” di Verona contro il “Congresso mondiale delle famiglie” che vedrà la partecipazione di rappresentanti istituzionali come: Matteo Salvini, il ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana, il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, il senatore della Lega Simone Pillon. Un raduno di associazioni che hanno fatto della lotta contro i diritti delle donne e delle persone lgbtqi+ la loro ragione di esistenza.

Da molte città in Italia si stanno organizzando pullman per poter partecipare.  COSPE sarà di nuovo in piazza sabato 30 marzo (dalle 14.30) accanto alla rete transfemminista che organizza una tre giorni (dal 29 al 31 marzo) nella città di Verona proprio in contemporanea al Congresso.

Abbiamo anche sottoscritto una petizione che chiede il ritiro di tutti i patrocini perché gli organizzatori del Congresso sono uno dei più potenti gruppi contro l’autonomia riproduttiva delle donne e i diritti delle persone LGBTIQA+. Definito “gruppo d’odio” dalle maggiori associazioni che lavorano per i diritti umani, il Congresso mondiale delle famiglie si batte contro il divorzio, la contraccezione, l’aborto, i diritti delle famiglie arcobaleno e delle persone LGBTIQA+ in tutto il mondo.

Qui potete trovare la petizione e firmarla per chiedere alle istituzioni di ritirare i loro patrocini.

Chiamiamo dunque tutt* a Verona il 29, 30 e 31 marzo per manifestare contro il World Congress of families. Lo stato di agitazione permanente continua!

Il 29,30,31 marzo Verona sarà Città Transfemminista:

💥 29/03 EVENTI diffusi nella città – conferenze, laboratori, spettacoli, performance.

🌊 30/03 CORTEO – (ore 14.30)  sarà marea transfemminista che inonderà Verona.

✊ 31/03 ASSEMBLEA FEMMINISTA TRANSNAZIONALE con Marta Dillon (Ni Una Menos Argentina), attiviste dei movimenti spagnoli, polacchi, irlandesi, croati, olandesi e francesi.

 

QUI LE INFORMAZIONI 

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI