Poesia senza patria: Mediterraneo Downtown con Luis Sepùlveda e Ginevra di Marco

Lunedì 24 aprile alle 21.15 un concerto inedito per Firenze (Teatro della compagnia – via Cavour: 50/r):  “Poesia senza patria”:  l’incontro tra  la voce di Ginevra di Marco, che ha da poco realizzato uno spettacolo ed un cd a Mercedes Sosa cantando le sue più belle canzoni, evidenziando il background di letteratura e musica di quella America Latina, accompagnata da Francesco Magnelli e Andrea Salvadori, e la  poesia e Luis Sepùlveda, “scrittore del sud del mondo”, autore di romanzi bestseller in tutto il mondo. Con loro sul palco anche la scrittrice Carmen Yáñez.

Si tratta di un progetto originale per un incontro ‘senza confini’ tra Europa e Sudamerica, tra musica e poesia, tra racconto e canto. L’ evento è  realizzato da Encuentro Firenze – festa delle letterature in lingua spagnola in collaborazione con La Scena Muta & un progetto Encuentro Perugia.

Il concerto sarà preceduto (alle 19.30)  dalla proiezione del documentario “Lo scrittore del Sud del Mondo”  di Sylvie Deleule (Francia, 2011, 54′) I segreti, i dolori privati, le battaglie politiche e i luoghi dei ricordi del grande scrittore cileno.

Mentre nel pomeriggio, alle ore 16.30 Impact Hub (via Panciatichi) “Il passato davanti a noi”, conversazione tra Luis Sepúlveda, Bruno Arpaia e Pino Cacucci sui temi de La fine della storia, l’ultimo romanzo dello scrittore cileno.

Alla serata dedicata allo scrittore ci sarà anche Mediterraneo Downtown:  nel foyer del Teatro della compagnia sarà possibile trovare un punto informazione con i programmi del Festival che vedrà ancora una volta protagonista Ginevra di Marco e un’ ensemble dell’Orchestra di piazza Vittorio, con un progetto “mediterraneo” originale dal titolo: ” Di Me DI Terra Nostra”. 

Per il concerto:  intero € 5 e ridotto € 3

Con il biglietto del concerto si avrà diritto al biglietto ridotto del cinema e con il biglietto del cinema si avrà diritto al biglietto ridotto del concerto.

Per informazioni: www.eventimusicpool.it

LUIS SEPÚLVEDA

Nato in Cile nel 1949, ha lasciato il suo Paese al termine di un’intensa stagione di attività politica, conclusasi drammaticamente con l’incarcerazione da parte del regime del generale Pinochet, e fu costretto a lasciare il paese. Ha viaggiato a lungo in America Latina e poi nel resto del mondo, anche al seguito degli equipaggi di Greenpeace. È autore di svariati libri di poesia; ha anche prodotto diversi radioromanzi e racconti che sono riusciti a conquistare le simpatie di una grande parte del pubblico mondiale. Ha esordito nella narrativa con la raccolta di racconti Cronache di Pietro Nessuno, cui sono seguiti Le paure, le vite, le morti e altre allucinazioni . Si è imposto definitivamente con il romanzo Il vecchio che leggeva romanzi d’amore, Il piacere di narrare e l’impegno politico e ambientalista s’intrecciano nelle opere successive: Incontro d’amore in un paese in guerra, Diario di un killer sentimentale.  L’ultimo romanzo pubblicato è “La fine della storia (2016)”.

4 aprile 2017