Senza frontiere: al via un nuovo corso di formazione

Al via il 15 ottobre un progetto di formazione, dialogo e confronto sui temi della migrazione e dello sviluppo nell’ambito della cooperazione internazionale.

I migranti presenti sul nostro territorio rappresentano una risorsa fondamentale in termini di competenze e conoscenze, soprattutto in riferimento ai propri paesi di origine. Oggi giorno la narrazione dei fenomeni migratori si basa soltanto sull’emergenza e sulla criticità, spesso escludendo da processi di partecipazione diretta i cittadini di origine straniera, che vivono e operano nelle nostre comunità anche in maniera organizzata.

È a loro che si rivolge questo corso di formazione. Si tratta di un percorso volto all’identificazione di progetti di cooperazione da realizzarsi nei territori di origine ma anche nelle comunità di residenza, in un’ottica di crescita condivisa volta a valorizzare il ruolo dei territori e la dimensione comunitaria. I partecipanti verranno accompagnati nell’elaborazione del progetto stesso e nella ricerca di fonti di finanziamento.

Gli incontri formativi si svolgono parallelamente su 2 aree: un corso a Firenze ed uno a Pontedera (PI) ed avranno gli stessi contenuti. A breve, saranno rese note le sedi precise dei corsi. Possono partecipare rappresentanti ed attivisti di associazioni di migranti che vogliono dare forma a un progetto di cooperazione. Il progetto prevede il rimborso dei costi di viaggio. Il corso è aperto ad un massimo di 15 partecipanti per il ciclo che si svolgerà a Firenze e altrettanti per quello che si svolgerà a Pontedera.

A partire dalla fine del corso i partecipanti avranno a disposizione un totale di 40 ore in totale di tutoraggio e consulenza, sia frontale sia a distanza, per definire la proposta progettuale identificata.

Per scoprire nel dettaglio le date e i contenuti del corso, vedi la locandina.

Per iscrizioni, scrivere a internazionali.toscana@arci.it o chiamare lo 055-26297272.