‘AD ALT(R)A VOCE’ media e cittadinanza a confronto

Ciclo di otto incontri mensili

Qual è l’immagine della società multiculturale che emerge dai media? Che influenza hanno i mezzi di informazione nella costruzione di una società plurale? A questi ed altri interrogativi  cercheremo di dare risposta con il ciclo di incontri dal titolo “Ad Alt(r)a Voce. Media e cittadinanza a confronto” promossi da COSPE in collaborazione con la Provincia di Firenze  e in particolare con l’assessore alle politiche sociali, sicurezza e politiche della legalità, Antonella Coniglio e l’ assessore alle pari opportunità e politiche dell’immigrazione, Sonia Spacchini.

Si tratta di un ciclo di otto appuntamenti mensili, itineranti in vari luoghi della provincia fiorentina, che affronteranno diversi focus (islam, rom, l’immigrazione cinese, le seconde generazioni…) con l’aiuto di scrittori, esperti di media, giornalisti, rappresentanti di associazioni di immigrati, per riflettere sul ruolo dei mezzi di comunicazione nella rappresentazione della moderna società multiculturale, in particolare nella realtà fiorentina. Gli incontri sono stati pensati anche come vero e proprio momento di scambio e confronto tra cittadini immigrata e autoctoni e mondo del giornalismo per promuovere una riflessione adeguata sul tema della rappresentazione dell’immigrazione e sugli stereotipi a cui è spesso legata, a partire dai media locali e dai territori.  

Gli incontri, mensili, saranno preceduti lo stesso giorno da una rassegna stampa tematica in onda su Controradio, con ospiti in studio e interviste che introdurranno l’argomento  della serata. Il primo appuntamento è giovedì 16 dicembre alle ore 8.45 (FM 93.6-98.9)

COSPE in Italia lavora da oltre venti anni per la promozione dei diritti delle donne, degli uomini e dei bambini di origine straniera e per la realizzazione di una società interculturale più giusta ed accogliente. COSPE, nel corso degli anni, si è occupato e si occupa di lotta al razzismo e alla discriminazione – attraverso progetti, studi e ricerche -, lavora nelle scuole con insegnanti, alunni e genitori, realizza analisi e monitoraggi sui media e lavora per una corretta rappresentazione dei migranti nella società italiana – www.cospe.org

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento