COSPE al primo posto nella top ten della trasparenza. Analisi di Open cooperazione.

La questione della trasparenza ed efficacia degli aiuti nella cooperazione allo sviluppo è ormai da tempo un argomento di dibattito e di discussione a livello internazionale.  L’accountability delle organizzazioni rappresenta oggi una delle sfide più importanti per tutte le organizzazioni coinvolte nella cooperazione allo sviluppo. Per questo per noi è importante risultare tra le prime associazioni italiane per il rank di trasparenza più alto.

I criteri di analisi sono quelli di IATI (International Aid Transparency Initiative),  standard IATI è un quadro di riferimento internazionale per la pubblicazione delle informazioni sulle attività di cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario e sono stati pubblicati da Open Cooperazione  , portale web a cui hanno aderito più di 500 associazioni.

Sempre nella top ten, ma al nono posto, per quanto riguarda il numero di progetti in atto nel 2016 ( 88) e decimi nella classifica del personale: 296 i collaboratori di COSPE. In questo caso “vince” Coopi con 3162!

I dati non raccontano tutto del nostro lavoro ma sono un importante strumento per rendere conto ai tanti cittadini, agli stakehorlder e ai donor che credono nella cooperazione internazionale.