SOS Mediterranee Italia. L’associazione salvamigranti!

Sos mediterranee - COSPE

La missione di “SOS Mediterranee” è ufficialmente partita il 26 febbraio quando  la Nave Aquarius  è salpata dal porto di Lampedusa per iniziare la sua attività di ricerca e soccorso (SAR) e prime cure nel Canale di Sicilia. SOS Mediterranee entra così nel vivo con la nave che è già stata contattata per i primi interventi di soccorso.

Dal diario di bordo:
La chiamata dal centro marittimo di Roma è arrivata molto presto questa mattina, verso le sei. Due Zodiac in difficoltà al largo delle coste libiche. Facciamo subito rotta verso il punto segnalato. Una mezzora ed eccoli, su uno Zodiac grigio che sobbalza su onde piuttosto forti e che comincia a riempirsi di acqua di mare.  Si metteno in moto le operazioni di salvataggio. Tutto è pronto, le manovre sono state ripetute decine di volte. Per prima cosa, inviare una scialuppa per sapere qual è la situazione sull’imbarcazione, fare una stima del numero di migranti e distribuire loro i giubbotti di salvataggio.
Prima le donne, 13 in totale; alcune sono molto stanche, gelate, già indebolite dal mal di mare. Di loro si prendono subito cura i medici di MDM, che le portano verso la clinica di bordo. Le si toglie il giubbotto di salvataggio, le si libera dei vestiti bagnati, si dà loro un po’ di conforto. Una coperta, dei vestiti asciutti, qualcosa da bere. Restano calme, si guardano attorno, fanno visibilmente fatica a realizzare che il loro calvario è finito. Alcune ripetono : << Grazie, grazie mille >>. Altre non dicono niente, paralizzate dal freddo…

“SOS Mediterranee” è un’associazione umanitaria indipendente, per il soccorso in mare. Nata in Germania nel 2015 per impulso di un ex ammiraglio di marina, Klaus Vogel e in collaborazione con Medecins du monde, l’associazione ha l’obiettivo di mettere in mare una nave che possa affiancare le operazioni di soccorso e salvataggio dei migranti nel Mediterraneo.

SOS MEDITERRANEE  ha infatti l’obiettivo di salvare vite umane attraverso operazioni di salvataggio di imbarcazioni in pericolo; attraverso cure e interventi d’urgenza a bordo, attraverso l’ascolto e il sostegno medico-psichiatrico e infine attraverso l’accompagnamento verso strutture di informazione e di assistenza dei migranti sul territorio europeo.

L’iniziativa si è prima diffusa in Francia, attraverso la creazione di SOS Mediteranneè France, che ha lanciato con successo un’operazione di crowd-funding per affittare la nave, l’Aquarius – una nave guardapesca di 77 metri che può ospitare fino a 500 persone-  con l’obiettivo finale di riscattarla.

 

COSPE sostiene SOS Mediteranee Italia che si è costituita il 19 febbraio a Palermo,  e  svolgerà un ruolo di punto di riferimento per l’associazionismo italiano e di sostegno a campagne di informazione e comunicazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento