Wallah, je te jure! un documentario sulle storie di chi migra

Uomini e donne in viaggio lungo le rotte migratorie dall’Africa all’Italia, che dall’Africa Occidentale passano per il Niger e la Libia, fino a raggiungere l’Italia. Le loro storie sono al centro di un documentario che il regista Marcello Merletto e il giornalista Giacomo Zandonini insieme a Elisabetta Jankovic, hanno raccolto tra Niger, Senegal e Italia: “Wallah, je te jure”, ovvero “lo giuro su Dio”.

Da giovedì 2 febbraio a sabato 4 sarà presentato a Firenze in tre luoghi simbolo della migrazione e dell’accoglienza: l’associazione anelli Mancanti, L’istituto Europeo e l’ Ostello di Camerata.

Un’occasione per vedere cosa succede davvero durante questi lunghi viaggi che dai villaggi rurali del Senegal alle stazioni degli autobus passando dai “ghetti” di trafficanti in Niger, portano tante persone fino in Italia e in Europa. La meta, appunto da raggiungere a tutti i costi, “lo giuro su Dio” è l’espressione più ricorrente che i migranti si dicono e dicono ai familiari lasciati nel proprio paese.  Le conseguenze di queste traversate, come sappiamo, sono spesso drammatiche e c’è anche chi, provato dalla strada, riprende la via di casa.

Le proiezioni saranno anche l’occasione per parlarne con gli autori, presenti agli incontri.

Guarda il trailer: https://vimeo.com/186134466

PROIEZIONI FIRENZE

Anelli Mancanti, via Palazzuolo, 8 Firenze – giovedì 2 febbraio ore  21

Istituto Universitario Europeo, via dei Roccettini, 9 – venerdì 3 febbraio alle 17.30

Ostello di Villa Camerata,  villa camarata – sabato 4 febbraio ore  15.00