La partecipazione conta! Conferenza a Roma sulla cittadinanza europea

Negli ultimi anni, la presenza in Italia di cittadini provenienti da altri Stati dell’Unione Europea (i cosiddetti cittadini europei mobili) è cresciuta notevolmente, arrivando quasi a un milione e mezzo di persone. Questi flussi hanno portato ad un significativo aumento del numero di cittadini europei che possono votare alle elezioni amministrative ed europee, ma gli ultimi dati mostrano che la percentuale di votanti è molto bassa. Anche il numero di persone che si candidano per le elezioni comunali è molto limitato così come il coinvolgimento diretto dei cittadini europei mobili nella vita dei partiti.

Gli ostacoli alla partecipazione sono numerosi: la mancanza di informazioni o la loro limitata disponibilità, lo scarso interesse dovuto alla percezione che la partecipazione politica non abbia impatto sulla vita quotidiana, gli ostacoli burocratici alla registrazione nelle liste elettorali aggiunte, la mancanza di interesse da parte dei partiti politici nel coinvolgere i cittadini europei come membri attivi.

La conferenza, organizzata da COSPE e EUROPAEUS nell’ambito del progetto europeo “Participation Matters”, ha come obiettivo quello di favorire l’inclusione e la partecipazione alla vita civile e al voto dei cittadini europei in Italia, migliorare la conoscenza e aumentare la consapevolezza sui diritti politici derivanti dalla cittadinanza europea.

Durante la Conferenza sarà presentata e distribuita la Guida alle elezioni per i cittadini comunitari (in italiano, romeno, polacco e inglese) e sarà lanciato il video realizzato dall’ANCI Toscana sulla partecipazione che coinvolge giovani cittadini italiani e comunitari per fare promozione attraverso i canali delle amministrazioni locali e nelle scuole (scaricabile anche da Youtube: https://youtu.be/cE2WQxTOOqM)

Interventi

Vittorio Calaprice – Rappresentanza in Italia della Commissione europea

Matteo Biffoni – Responsabile Anci Immigrazione e politiche per l’integrazione

On. Aldo Di Biagio – Senatore Circoscrizione Estero, firmatario della proposta legislativa sull’iscrizione automatica nelle liste elettorali aggiunte

George Milosan – Ministro Consigliere dell’Ambasciata di Romania in Italia

Luca Raffini – Università di Genova

Leontina Ionescu – Prima consigliera comunale romena eletta in Italia

Miruna Cajvaneanu – Presidente Associazione Europaeus

Anna Smolinska – Presidente Associazione Istituto per la Polonia

Introduce e modera: Udo Enwereuzor —  COSPE

Il prossimo 11 giugno si svolgeranno elezioni in 1021 comuni e ci saranno anche candidati comunitari (romeni) nelle località in cui vivono numerose comunità di europei mobili. A L’Aquila ci sono 2.036 comunitari (di cui romeni 1.710), a Catanzaro 1.056, in maggioranza romeni (707, ma anche bulgari – 179 e polacchi – 130), a Genova 7.642 comunitari (romeni 5.092, polacchi 519, bulgari 389, spagnoli 384, francesi 289, tedeschi 239, inglesi 193) e a Palermo 3.943, (romeni 3.056, polacchi 284, inglesi 100, spagnoli 99, tedeschi 93, francesi 91).

Nel Lazio ci sono comuni che vanno al voto con una forte presenza di cittadini romeni: Guidonia (7.101 romeni residenti), Ladispoli (4.540 romeni), Fonte Nuova (3.667 romeni), Ardea (2.769 romeni) e Sezze (2.357 romeni).

Per informazioni e iscrizioni vai sulla nostra pagina facebook.