Festival au Désert. Ottava edizione con molto Mediterraneo.

Anche quest’anno Fabbrica Europa riporta nella città di Firenze il Festival au Désert, giunto all’8a Edizione. Musica, laboratori e progetti all’insegna del dialogo culturale dall’11 al 13 Luglio in piazza Ognissanti. Non mancano ovviamente nomi conosciuti, come Hindi Zahra, Afel Bocoum & Ali Farka Touré Band, Justin Adams,  ma anche le novità saranno tante!

La capacità di questo Festival è proprio quella di guardare ad una programmazione a lungo termine, che vada oltre l’evento. Infatti questa iniziativa punta molto su produzioni riguardanti l’arte dell’incontro, aspetto che Fabbrica Europa custodisce premurosamente fin dalla prima edizione e che dunque è diventato un po’ il marchio di fabbrica.

Al Festival non ci sarà solo l’Africa, ma anche la Calabria, Creta e il mondo arabo che anche quest’anno vede il ritorno di Ziad Trabelsi, oudista dell’Orchestra di Piazza Vittorio, ospite anche del Festival Mediterraneo Downtown organizzato da COSPE. Attraverso un percorso originale ed interessante, Trablesi, con la sua inconfondibile musica, ci inviterà a riflettere più sulle somiglianze che sulle differenze delle varie culture che si affacciano sul Mediterraneo.

Quest’anno il progetto più particolare, che vede come coordinamento artistico Trablesi, sarà ALMAR’À, un’orchestra multietnica di donne arabe (e del Mediterraneo) che il 12 luglio debutterà proprio al Festival. L’idea è quella di uscire dallo stereotipo di donna araba che tutti conosciamo. Questo progetto, vincitore del bando MigrArti del MiBACT, è stato sviluppato insieme al Centro Socio-Culturale Tunisino Dar Tounsi di Roma.

Altro progetto originale sarà AZALAB, un insieme di “musiche e culture urbane e migranti”, una disseminazione di attività nei quartieri periferici di Firenze. Saranno coinvolti molti musicisti amici del Festival che insieme lavoreranno sul rap con i ragazzi del centro rifugiati.

Per info programma e artisti http://bit.ly/2s5gVnQ