L’organizzazione

Nel corso del 2014 sono state messe in atto molte delle riforme previste del percorso di analisi fatto nei mesi precedenti.
Prima di tutto la creazione di quattro dipartimenti, un mansionario con nuovi profili e relativa mappa di competenze, nuove procedure e meccanismi di coordinamento, fino ai cambi statutari dell’assemblea di giugno 2014. A questo si aggiungono un’analisi approfondita delle criticità e potenzialità dell’intera organizzazione nell’ambito raccolta fondi e l’avvio del percorso della nuova pianificazione strategica 2015-2017.

organigramma

I dipartimenti

AMMINISTRAZIONE RISORSE UMANE E QUALITÀ: qui si definiscono e si presidiano le politiche economiche finanziarie, la politica di risorse umane dell’organizzazione ed i processi di addestramento, oltre che di tipo certificatorio, in ambito qualità, trasparenza, eticità e sicurezza.

COMUNICAZIONE E RACCOLTA FONDI: qui si definiscono e presidiano le politiche strategiche dell’organizzazione finalizzate ad aumentare e migliorare il posizionamento istituzionale e l’apporto di sostenitori privati, intesi come privati cittadini, aziende e fondazioni, nazionali come internazionali.

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE: contribuisce a definire le politiche strategiche dell’organizzazione finalizzate alle attività di cooperazione internazionale, sia per quanto riguarda le aree geografiche che i singoli Paesi.

ITALIA, EUROPA, MEDITERRANEO E CITTADINANZA GLOBALE: contribuisce a definire le politiche strategiche dell’organizzazione finalizzate alle attività di educazione alla cittadinanza mondiale, di interculturalità e diritti di cittadinanza fino al disegno ed implementazione di campagne ed azioni di advocacy nei temi prioritari dell’organizzazione.

 

Il Direttivo COSPE

Direttivo COSPE

Chi è chi

Scarica i file PDF